Porridge senza glutine

da | 27 Gennaio 2017

In inverno non c’è nulla di meglio che fare colazione con una bella ciotola di porridge caldo e cremoso.
Se in più si tratta di un porridge senza glutine, la sottoscritta è ancora più contenta!

Ma partiamo dall’inizio.
La colazione a base di fiocchi d’avena cotti in acqua o latte e addolciti con zucchero, nasce in Inghilterra anche se, ormai, è una colazione diffusa in tutto il mondo con numerosissime varianti.

L’avena è un cereale con molte proprietà. E’ ricchissima di calcio e proteine, ma soprattutto contiene delle fibre particolari (i betaglucani) che aiutano a ridurre il colesterolo e nutrono la flora batterica intestinale.
L’avena, inoltre, non contiene glutine ma per chi soffre di celiachia è comunque sconsigliata per via delle possibili contaminazioni. Unica eccezione: l’avena certificata “senza glutine”, per la quale il produttore ottiene il permesso di esporre la dicitura “senza glutine”, può essere mangiata anche da chi soffre di celiachia.

Io oggi vi propongo una combinazione di ingredienti da tenere in un vasetto ermetico e da preparare la sera, per avere la colazione pronta in un minuto.
E’ una versione del porridge a base di fiocchi di riso (che sono naturalmente senza glutine) e latte vegetale, arricchita di frutta secca con proprietà salutistiche come i semi di canapa (ricchi di omega 3, grassi antinfiammatori) e le noci del Brasile (ricche di selenio, alleato prezioso della tiroide).

Potete modificare questa ricetta come preferite, fate i vostri esperimenti e trovate il mix che più vi piace!

 

Ingredienti:

  • Fiocchi di riso – 2 tazze
  • Noci del Brasile – 1/2 tazza
  • Uvetta – 3 C
  • Pinoli – 2 C
  • Semi di canapa – 2 C
  • Farina di semi di lino – 1 C
  • Vaniglia in polvere (facoltativa) – 1 c
  • Cannella in polvere (facoltativa) – 1 c

Preparazione:

  • Tritate grossolanamente i fiocchi di riso con le noci del Brasile;
  • Aggiungete a questo mix gli altri ingredienti, mescolate/tritate per un altro paio di secondi e mettete il tutto in un contenitore ermetico (questo mix si conserva senza problemi fino ad un paio di mesi, tuttavia per evitare l’irrancidimento dei grassi della frutta secca tritata, sarebbe meglio finirlo entro un paio di settimane).

 

Per la colazione: la sera prima, mescolate 3-4 cucchiai del vostro mix con 150 ml di latte vegetale (io adoro quello di nocciola) e lasciate riposare tutta la notte in frigo. Al mattino, mescolate ed eventualmente aggiustate di latte, scaldate per un minuto e servite con un frutto a pezzettini o con un cubetto di cioccolata fondente tritato.

Delizia!

 

Per non perdervi le prossime ricette, seguitemi su Facebook e lasciate la vostra email nell’apposito spazio qui sopra per ricevere la newsletter mensile e i bonus speciali riservati solo agli iscritti!

Articoli correlati

Mousse di avocado al cioccolato

Mousse di avocado al cioccolato

In chetogenica, soprattutto nelle prime fasi, ti può assalire quella voglia di dolce irrefrenabile... ma non hai carboidrati a disposizione! Ecco quello che ci vuole: una mousse di avocado facilissima e perfetta anche per concludere una cena in compagnia. Solo 3...

Keto Pizza

Keto Pizza

Come chi mi segue su Instagram, saprà, in queste settimane sto seguendo una dieta chetogenica (se vuoi sapere cos'è e come funziona ecco il link al video in cui lo spiego!), il che significa che non posso mangiare nessun tipo di fonte glucidica: niente dolci, frutta,...

Budino di albumi al cioccolato

Budino di albumi al cioccolato

E' scoppiato il caldo, siamo tutti (o quasi) a dieta e abbiamo quantità limitate di carboidrati e grassi da poter assumere. La soluzione che vi propongo è così perfetta che sembra quasi irreale 😉 Un budino di albumi al cioccolato, super saziante, ipocalorico, con...

Alice Gamba

Alice Gamba

Ciao, mi chiamo Alice Gamba e sono una ​Dietista, Biologa Nutrizionista e Personal Trainer​. La mia missione è farti sentire forte, energica e in armonia con il tuo corpo e con il cibo. Ti insegno come costruire il tuo benessere unendo all'alimentazione, il giusto esercizio e un profondo lavoro sul mindset, perché la "dieta"... è tutta un questione di testa 😉

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.