Perdere peso o dimagrire?

da | 26 Giugno 2015

Sebbene l’alimentazione sia uno dei fattori principali per migliorare e ristabilire un ottimale stato di salute, la maggior parte delle persone che ricevo in ambulatorio arriva con la motivazione di “perdere peso”.

  • <<Vorrei perdere questi 5 chiletti che mi porto dietro dalla seconda gravidanza>>
  • <<Devo assolutamente perdere 10 Kg>>
  • <<Voglio arrivare ai 59 Kg>>
  • <<Tra qualche mese mi sposo e vorrei perdere qualche chilo …>>

 

Ad indagare meglio si scopre che:

  • <<Sono stufo di vedere questa pancia>>
  • <<Quando vado a comprare qualcosa nei negozi non mi vedo più bene con niente>>
  • <<Ho metà armadio di vestiti che ormai non posso più mettere>>
  • <<Non ho più il fisico che avevo prima del matrimonio>>

 

Cosa significa tutto ciò?

Che le persone, più o meno consciamente, sanno che il problema va oltre al numero di chili che vedono sulla bilancia.

Purtroppo, però, siamo quotidianamente circondati da messaggi che ci invitano a provare il “nuovissimo metodo per perdere 5 Kg” o anche da articoli più seri che parlano di “come ritornare al proprio peso forma” o “all’indice di massa corporea più sano”.

Siamo talmente inondati da informazioni scorrette (o incomplete) che alla fine perdiamo la capacità di ragionare con la nostra testa e finiamo inevitabilmente per concentrarci solo sul numero che vediamo sulla bilancia.

Questa ragazza è AUMENTATA di circa 6 Kg (da 56 a 62 Kg). Voi l’avreste mai detto?

Sembrerà un’ovvietà, ma i muscoli, a parità di peso, occupano molto meno spazio del grasso; sono, cioè, più densi.

Quello che cerco sempre di spiegare ai miei pazienti è che perdere peso e dimagrire non sono la stessa cosa.

 

Infatti:

Perdere peso

= perdere Kg, non sappiamo cosa abbiamo effettivamente perso (acqua, grasso, muscolo?)

Dimagrire

= cambiare le proporzioni percentuali di massa magra e massa grassa in favore della prima.

 

È inutile fissarsi su un numero che non ci dice assolutamente nulla.

Il peso che vedete sulla bilancia non ci dà alcuna indicazione circa la nostra reale composizione corporea.

 

E anche se indubbiamente molte persone sono in sovrappeso e necessitano di “perdere chili”, è altresì vero che l’obiettivo resta quello di perdere chili di massa grassa, mantenendo il più possibile la quantità e la qualità di massa magra. Ogni piano alimentare dovrebbe prevedere un monitoraggio in tal senso per poter quantificare correttamente i risultati ottenuti.

Inoltre, ci sono tantissime persone che pesandosi sulla bilancia sono in perfetto normopeso, portano una taglia 40/42/44 eppure non sono in un buon stato di salute. O meglio, la loro composizione corporea è sbilanciata a favore del grasso e sono carenti di massa muscolare. E il bello è che spesso queste sono le persone che cercano di migliorare il loro “tono” utilizzando drenanti, creme anticellulite, facendo bagni, saune, massaggi ma non si rendono conto che il problema sta nella ripartizione percentuale delle loro masse corporee.

Le diete ipocaloriche associate alle attività “cardio/aerobiche” che vanno tanto di moda soprattutto in questo periodo, non faranno altro che farvi perdere peso soprattutto ai danni dell’acqua e della massa muscolare, rendendo ancora più facile il suo recupero nei mesi successivi.

Un corretto piano di allenamento, mirato al mantenimento o all’aumento del muscolo e associato ad un’alimentazione studiata anche dal punto di vista della qualità dei cibi e del timing dei pasti, vi porterà ad ottenere dei risultati forse meno evidenti sulla bilancia, ma sicuramente molto più soddisfacenti da un punto di vista estetico e di benessere generale.

Ecco la differenza tra il basarsi solo sulla bilancia e il fare un esame approfondito della composizione corporea attraverso l’uso di un plicometro e di un bioimpedeziometro di qualità affidandosi ad un professionista esperto.

Solo monitorando la nostra composizione corporea e iniziando un piano alimentare e di attività fisica mirato e cucito sulle nostre esigenze, saremo in grado di far scendere la percentuale di tessuto adiposo.

In fondo, non è ciò che tutti noi vorremmo davvero?

Se poi la quantità di massa muscolare dovesse aumentare, tanto meglio, vorrà dire che il nostro metabolismo sarà più alto, che potremo concederci di mangiare qualcosa in più, che avremo più forza ed energia, un sistema immunitario più forte e un equilibrio psico-fisico migliore.

 Avremo più salutegiovinezzavitalità.

 

Voi siete riusciti a buttare la bilancia? O siete ancora dipendenti dai suoi severi e imprecisi giudizi?

Da oggi avete la possibilità di toglierle ogni potere.

Credetemi, migliorerà notevolmente la vostra vita.

 

Questo post vi è stato utile?

Fatemelo sapere nei commenti qui sotto o anche su facebook!

Articoli correlati

Esplora le tue convinzioni

Esplora le tue convinzioni

Nello scorso articolo abbiamo iniziato a parlare di convinzioni e abbiamo visto come queste possano modificare le tue azioni e i tuoi risultati nel bene o nel male. In questo articolo scoprirai come esplorare, concretamente, le tue convinzioni. Solo prendendone...

Convinzioni: il vero limite è nella tua testa

Convinzioni: il vero limite è nella tua testa

Convinzioni. Tutti le abbiamo. Sono le nostre profonde opinioni sulla realtà e sui nostri stessi pensieri. Prenderne consapevolezza e scegliere di “selezionare” solo quelle più efficaci, richiede coraggio, sì, ma può realmente cambiarti la vita.   Hai mai...

5 passi per iniziare il tuo percorso fitness

5 passi per iniziare il tuo percorso fitness

Potrebbe sembrarti prematuro iniziare il tuo percorso di fitness e benessere proprio ora, eppure fidati di me: nemmeno a pandemia completamente sconfitta ci sarà un momento opportuno per fare il primo passo. Sarai presa dai mille impegni, occasioni sociali da...

Alice Gamba

Alice Gamba

Ciao, mi chiamo Alice Gamba e sono una ​Dietista, Biologa Nutrizionista e Personal Trainer​. La mia missione è farti sentire forte, energica e in armonia con il tuo corpo e con il cibo. Ti insegno come costruire il tuo benessere unendo all'alimentazione, il giusto esercizio e un profondo lavoro sul mindset, perché la "dieta"... è tutta un questione di testa 😉

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.