Dieta a Natale? 12 consigli per sopravvivere

da | 16 Dicembre 2016

È vero che Natale è *solo un giorno* all’anno ma, non si sa come, pare che quasi tutti arrivino a gennaio con qualche chilo di troppo.

Certo, non è il caso di preoccuparsi per un paio di pasti luculliani, anzi, godiamoceli al 100% senza troppi pensieri.
Ma.
Se le occasioni in programma sono davvero numerose e magari abbiamo iniziato un percorso di cambiamento alimentare per perdere peso, sarebbe un peccato annullare tutta la strada fatta e i risultati ottenuti con tanto impegno.
Allo stesso modo non si può certo rinunciare alla vita sociale solo perché si è “a dieta”, anche perché dicembre arriva ogni anno, volenti o nolenti.
Non esiste il momento giusto per dimagrire, quello “senza inviti a cena fuori”.
Esiste, però, il modo giusto di approcciarsi alle cose.
Esiste, quando possibile, la programmazione.
E, soprattutto, esiste l’imparare a gestire le occasioni.

È forse l’abilità più importante quella di imparare a gestire le uscite (legate al cibo) senza fare “troppi danni”.
Questa capacità (che si può allenare) è una delle variabili fondamentali per permette di mantenere il proprio stato di forma fisica e di salute nel tempo.

Sarebbe impensabile riuscire a mantenere i risultati solo rinunciando alla vita sociale, no?
O sono l’unica che durerebbe meno di un mese senza una cena con gli amici o un pranzo completo in famiglia?

Ecco allora qualche consiglio per “sopravvivere al Natale” (o a “dicembre”) se sei a dieta.

 

1. Evita calorie liquide

Alcolici, succhi, bevande analcoliche, bibite zuccherate … se la tua famiglia ha l’abitudine di portare a tavola questo genere di bevande, riempiti il bicchiere di acqua ed eventualmente, per non offendere zii, nonni amici e parentado, concediti mezzo bicchiere di vino da sorseggiare e degustare lentamente durante tutto il pranzo.

2. Scegli il meglio

Di tutte le numerose portate, ricordati: non sei obbligato a mangiare ogni cosa. Seleziona solo ciò che ti piace di più, ed evita quelle pietanze che sai già essere superflue. Perché sprecare parte della propria sazietà con cibi che puoi mangiare anche in molte altre occasioni?
Lascia stare il salame e concentrati sull’anatra in salsa di melograno o sull’hummus di barbabietole rosse che ha preparato tua cugina.

3. Crea varianti sane

Se hai la possibilità di cucinare o di partecipare al menù, usa la fantasia e crea delle varianti più sane dei piatti tipici della tradizione familiare (primi piatti a base di verdure o conditi con pochi grassi, secondi speziati e cotti in modo più semplice, dessert dolcificati in modo naturale e a base di frutta e/o frutta secca).

4. Dacci dentro di verdure

Riempiti il piatto di verdure e solo in minima parte di piatti più corposi come lasagne o arrosti. Un assaggio di tutto ma fai in modo che gli ortaggi verde scuro siano ciò che occuperà la maggior parte del tuo piatto. Vedrai che ti alzerai da tavola, sazio, soddisfatto, ma anche nutrito e non troppo appesantito. Parola mia!

5. Rimani idratato

Nelle ore che precedono il pasto, bevi molta acqua per sentirti più sazio e darti quella sensazione di “pulizia” e leggerezza che ti farà affrontare in modo più lucido il momento del convivio. Durante il pasto bevi acqua a piccoli sorsi per “spezzare” tra un boccone e l’altro ed evitare di mangiare oltre il tuo livello di sazietà.

6. Bilancia le porzioni

Se ne hai la possibilità, costruisciti dei piatti unici in cui mettere più assaggi delle varie pietanze e bilancia tra loro verdure, carboidrati e proteine in modo che le verdure siano almeno la metà del piatto, e l’altra metà venga divisa equamente tra secondo e primo.

7. Fai attenzione ai dintorni

Più che preoccuparsi del pranzo o della cena di Natale, fai attenzione ai giorni che li precedono e soprattutto a quelli che seguono. Fai il possibile per tornare alle abitudini alimentari concordate con il dietista/nutrizionista che ti sta seguendo nel percorso.
Pianifica gli “sgarri” modificando alcune delle tue abitudini alimentari e di attività fisica, in modo da ottimizzare il bilancio energetico potendoti comunque godere le varie cene in compagnia.
Non escludere, comunque, l’idea di fare un paio di giorni “detox“.

8. Muoviti

Fai di tutto per trovare il modo di fare attività fisica, anche ogni giorno, meglio se in un orario che preceda i pasti. Ad esempio una bella corsa la mattina di Natale, o una sessione intensa di HIIT (High Intensity Interval Training) nel pomeriggio del 24. E così anche nei giorni precedenti e nei successivi.
Mantenere i muscoli attivi ti aiuterà, più che a bruciare calorie, a migliorare il partizionamento calorico a favore delle masse muscolari e a discapito del tessuto adiposo.

9. Gestisci la pressione sociale

Se amici e parenti ti offrono cibo in continuazione, non temere. Se non ti va o sei già sazio, dì pure di no con garbo ma con fermezza. Nessuno dovrebbe avere il potere di farti mangiare oltre il tuo livello di sazietà o un cibo che autonomamente non mangeresti.
Approfittane, anzi, per dare l’esempio.
Ascoltare il proprio corpo e fermarsi quando si è sazi, senza sforzarsi di mandar giù qualcosa che “non ci sta” o non ci va, è una sana abitudine che purtroppo molte persone hanno perso. Dai l’esempio e potresti aiutare qualcuno a iniziare il *suo* percorso di miglioramento alimentare.

10. Sposta il focus

Adesso basta pensare al cibo, sono giorni preziosi in cui hai la possibilità di stare con le persone a te care. Sposta il focus e concentrati sul vero spirito del natale: il dono. Dai agli altri e non preoccuparti del resto. Regala le tue attenzioni, ascolta con il cuore, se puoi fai qualcosa per sollevare chi sta peggio di te. Ci sono cose più importanti del cibo, del peso e delle forme corporee.

11. Coccolati

Non penserai che in questi giorni si debba donare solo agli altri e mai a se stessi, vero?! Regalati dei momenti di relax completo. Un bagno caldo con le candele, un libro e la tua musica preferita, una passeggiata nella natura, un massaggio rilassante o un trattamento corpo (anche fatto in casa). Coccolarti è un ottimo modo per volerti bene, di riflesso, anche durante i pasti.

12. Divertiti

Organizza qualcosa di speciale, dei giochi divertenti da fare in compagnia magari proprio il giorno di Natale, per ricordare questa giornata con un sorriso; un posto diverso dal solito da visitare; una serata a tema da passare con gli amici. Trova il modo di divertirti e staccare completamente.
Fa parte del tuo piano terapeutico!

 

Ci vediamo la prossima settimana, giusto prima della vigilia, con la ricetta di un dolcetto cioccolatosissimo con solo 8 ingredienti?
Nel frattempo mi trovi su Facebook e su Instagram!

Articoli correlati

Esplora le tue convinzioni

Esplora le tue convinzioni

Nello scorso articolo abbiamo iniziato a parlare di convinzioni e abbiamo visto come queste possano modificare le tue azioni e i tuoi risultati nel bene o nel male. In questo articolo scoprirai come esplorare, concretamente, le tue convinzioni. Solo prendendone...

Convinzioni: il vero limite è nella tua testa

Convinzioni: il vero limite è nella tua testa

Convinzioni. Tutti le abbiamo. Sono le nostre profonde opinioni sulla realtà e sui nostri stessi pensieri. Prenderne consapevolezza e scegliere di “selezionare” solo quelle più efficaci, richiede coraggio, sì, ma può realmente cambiarti la vita.   Hai mai...

5 passi per iniziare il tuo percorso fitness

5 passi per iniziare il tuo percorso fitness

Potrebbe sembrarti prematuro iniziare il tuo percorso di fitness e benessere proprio ora, eppure fidati di me: nemmeno a pandemia completamente sconfitta ci sarà un momento opportuno per fare il primo passo. Sarai presa dai mille impegni, occasioni sociali da...

Alice Gamba

Alice Gamba

Ciao, mi chiamo Alice Gamba e sono una ​Dietista, Biologa Nutrizionista e Personal Trainer​. La mia missione è farti sentire forte, energica e in armonia con il tuo corpo e con il cibo. Ti insegno come costruire il tuo benessere unendo all'alimentazione, il giusto esercizio e un profondo lavoro sul mindset, perché la "dieta"... è tutta un questione di testa 😉

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.